Palermo: Ecce Homo all'Uditore - mondoidee.com

mondoidee.com
Copyright © 2006 - 2017
Vai ai contenuti

Menu principale:

Palermo: Ecce Homo all'Uditore

La chiesa del SS Ecce Homo si trova a Piazza Chiesa Sant'Alfonso de Liguori, nel quartiere dell'Uditore ed è la parrocchia dello stesso ed è stata costruita per volere di Francesco Maria Alias, nato a Palermo nel 1687 e laureato in diritti civile e canonico assumendo alte cariche nel Regno di Sicilia dove infatti fù Consigliere di Sua Maestà, Giudice del Regio Corso ed Uditore delle milizie di Sicilia e si narra che proprio lui un giorno in un processo doveva giudicare un soldato accusato di averne ucciso un'altro ma siccome aveva dei dubbi sulla colpevolezza di questo chiese aiuto al simulacro del simulacro del SS Ecce Homo formato da un mezzobusto che lui teneva nella sua stanza ed a questo punto la statua aprì gli occhi, con stupore dei presenti, facendogli comprendere l'innocenza di quel soldato naturalmente questo provocò meraviglia e la fede di Alias già abbastanza forte si fortificò ancora di più e dopo aver potuto giudicare il soldato innocente diede le sue terre per costruire la chiesa  e per fondare la congregazione, entrambe dedicate al SS. Ecce Homo inoltre fece costruire una seconda chiesa vicino alla prima che serviva proprio per potersi riunire i confrati, accanto alla chiesa principale fece costruire anche una casa che destinò all'accoglienza dei sacerdoti, tempo dopo istituì anche una congregazione femminile dedicata a Maria SS. Addolorata, si spense nel 1718 ed è stato sepolto nella chiesa da lui stesso voluta, poi con il passare degli anni attorno ad essa vennero costruite abitazioni e si formò la borgata dell'Uditore che oggi data l'estensione della città è diventato un quartiere della stessa.
L'esterno della chiesa è molto semplice e la facciata principale presenta il portale d'ingresso e sopra ad esso dei soprarilievi, sopra ancora una grande vetrata al di sopra della quale un secondo ordine costruito solo nella parte centrale di essa, ai due lati della facciata sono impresse due colonne  a rilievo mentre alla destra della stessa, un po' più rientrata, vi è la torre campanaria  con l'orologio ed in alto due campane, questa dello stile un po' diverso alla facciata della chiesa ma uguale a quella della casa dei preti che si trova alla sinistra della facciata della chiesa.
All'interno della stessa ad unica navata vi sono delle cappelle fra cui quella dell'Addolorata all'interno della quale vi è la statua della Madonna che viene portata in processione il Venerdì Santo mentre l'urna del Cristo si trova nell'altra chiesa e la cappella dedicata a Sant'Alfonso dei Liguori all'interno della quale vi sono le statue di Santa Rita e Padre Pio mentre in fondo alla chiesa alla sinistra dell'abside con l'altare maggiore vi è una porta che conduce in una stanza attigua allìinterno della quale vi è il mezzobusto a cui si attribuisce il miracolo della salvezza del soldato di cui sopra.
La volta della chiesa è affrescata con nove dipinti ad opera di Giovanni Patricolo e rappresentano la Passione di Gesù, uscendo dalla chiesa proprio sulla sinistra vi è la chiesetta che è stata fondata per riunirsi i confrati della congregazione, abbastanza semplice come stile con sull'altare maggiore una nicchia contenente la statua dell'Ecce Homo, all'interno vi è anche l'urna col Cristo morto che viene portata in processione il Venerdì Santo.

Torna ai contenuti | Torna al menu